PROTOCOLLO D’INTESA REGIONE ABRUZZO ECOISTITUTO ABRUZZO
Approvato con Delibera GR n. 349 del 03/05/2010 Sottoscritto in data 17 giugno 2010-07-29
Progetto sperimentale per la promozione del compostaggio domestico sul territorio regionale

https://www.mondocompost.it/

 

ATTIVITA’  PREVISTE PER ECOISTITUTO ABRUZZO  
  • Garantire la realizzazione del progetto sperimentale denominato: “Mondocompost” anche mediante proprie risorse interne ed attivando possibili altri canali di finanziamento e/o di compartecipazione e/o di collaborazione o consulenza;
 
  • Organizzare un’adeguata attività di informazione e sensibilizzazione sul territorio regionale, interessando tutti i Comuni della Regione, i Consorzi Intercomunali sui rifiuti (laddove esistenti), le Province mediante una opportuna campagna di richiesta di partecipazione al progetto attraverso l’organizzazione di n. 4 incontri in/formativi tra i referenti dei soggetti che avranno aderito al progetto, al fine di promuovere una task-force di esperti in grado di sostenere sul territorio regionale l’attività del compostaggio domestico. Gli incontri si svolgeranno presso sedi messe a disposizione dai soggetti aderenti al progetto, su richiesta della Regione Abruzzo;
 
  • Garantire una costante attività di informazione degli utenti attraverso un sito internet, da intendersi quale strumento di aggregazione e di propensione alla partecipazione, nonché di monitoraggio e di diffusione delle esperienze di compostaggio domestico anche attraversola cura di un “Elenco dei compostatori domestici d’Abruzzo”, nelle forme da concordare con i soggetti preposti. Il sito sarà dotato di: moduli per l’informazione: news testuali e audio/video, wikicompost, FAQ, area download; o moduli per il dialogo: mailing list, area commenti, rubriche dedicate;
 
  • Organizzare un ciclo di conferenze in ambito provinciale sul territorio regionale (per un totale di n. 4 conferenze) oltre a n. 1 seminario finale, da promuovere con manifesti, locandine e pieghevoli, al fine di sintetizzare il lavoro svolto;
 
  • Provvedere a redigere un “Rapporto finale” delle diverse attività svolte e dei risultati raggiunti (servizi attivati, territori interessati, unità operative impegnate, attività di comunicazione, etc.), e provvedere alla sua diffusione, nei modi che riterrà più opportuni;

 

Menu